Como - Palermo 1-1, le pagelle | Buttaro al top, male Tutino

Como - Palermo 1-1, le pagelle | Buttaro al top, male Tutino

Il Palermo pareggia in casa del Como al netto di una prestazione molto convincente nella prima mezz'ora e di un calo nella determinazione nei secondi 45 minuti. C'è rammarico per l'ennesima rimonta subita, soprattutto in relazione al dato che i lariani non hanno quasi mai calciato con pericolosità verso lo specchio della porta.

Tolte le eccezioni Buttaro (in positivo) e Tutino (in negativo), i voti sono complessivamente sufficienti per tutti. Vi è però l'impressione che, giunti ormai al termine della stagione, serva qualcosa di più per centrare l'obiettivo playoff. Queste le pagelle dei singoli:

PIGLIACELLI 6 - Inoperoso per tutto il corso della partita a livello di interventi, ma chiamato - anche fin troppo - in causa nella ormai nota costruzione dal basso. Gestisce diversi palloni con una certa serenità e precisione al lancio. Viene poi spiazzato dal calcio di rigore di Cerri.

MATEJU 6 - Il Como non affonda dalla sua parte e il ceco gioca pertanto una partita senza infamia e senza lode. Un 6 politico.

MARCONI 6 - Non ha avversari semplici, ma opta per il contenimento e ha spesso ragione. In fondo, il Como non si rende praticamente mai pericoloso.

NEDELCEARU 6 - Sfiora il gol al termine della partita da situazione di corner, può essere più decisivo nei colpi di testa data la sua stazza, ma complessivamente non gioca una partita malvagia.

BUTTARO 7,5 - È un premio per un giovane così aspramente criticato e messo alla gogna, nonostante in generale si dica spesso "Facciamoli crescere, facciamoli sbagliare questi ragazzi". Buttaro è un giovane di qualità, che deve ancora formarsi a livello tattico e tecnico ed è al suo primo campionato di Serie B, il secondo da professionista. Ha giocato ieri da esterno a tutta fascia, ruolo che ha ricoperto rare volte, ma si è costruito tre nitide occasioni da gol - il colpo di testa parato miracolosamente da Gomis, una estirada terminata alta e poi il gol dopo il palo colpito da Brunori. È apparso vivo, voglioso, determinato e che gioia vederlo sorridere così al suo primo gol tra i professionista!

(dal 79') VALENTE s.v. - Cambio tardivo, troppo poco tempo per Valente.

SEGRE 6 - Non è una prestazione che riporteremo sugli annali della storia del calcio, ma non è neppure negativa. Sufficienza.

GOMES 6,5 - Apriamo un piccolo discorso riguardante il francese: da qualche settimana, è agli occhi di tanti tifosi rosanero il capro espiatorio delle mancate vittorie del Palermo. Appurato che il centrocampista non sia esattamente un mediano, è giusto valutare Gomes secondo le sue caratteristiche. È molto difficile attendersi dal suo piede la giocata vincente, eppure - come ieri dimostrato a Como - quando chiamato in causa in fase di copertura non si risparmia mai e offre grande schermo a opporsi alle avanzate avversarie. Promosso.

(dall'83') DAMIANI s.v. - Troppo poco tempo per cambiare la partita.

VERRE 6 - Sfiora l'eurogol - sarebbe stato l'ennesimo - con una conclusione da 30 metri che Gomis smanaccia. Ha qualità e può cambiare la partita, ma la squadra tende ad assopirsi nel secondo tempo e ciò non favorisce la sua fantasia. È sostituito al 74' per via dell'ingresso di un'altra punta, che - a detta di Corini - il Palermo non saprebbe gestire. Ma un Palermo che ha fame di punti dovrebbe invece sapere osare, cosa che spesso manca.

(dal 74') BROH s.v. - Cambio difficile da capire.

SALA 6 - Primo tempo più che discreto, ma l'episodio del calcio di rigore - non voluto, ingenuo - gli costa un punto. Quanta sfortuna però!

BRUNORI 6,5 - Da una sua giocata che porta al palo il Palermo trova il vantaggio. È costretto a ripiegare di una ventina di metri per prendersi il pallone e lascia spesso scoperta l'area di rigore, è inevitabile. Si deve trovare una soluzione, affinché il bomber rosanero possa tornare a fare più male alle difese avversarie.

(dall'83') VIDO s.v. - Semplicemente tardi. Non sempre Vido può trovare la giocata al 90esimo.

TUTINO 5 - Prestazione anonima, non trova la posizione e non trova le giocate.

(dal 74') SOLERI s.v. - Quindici minuti di sportellate con la difesa comasca, ma nessuna vera occasione.