«Posavec un capitale. Coronado potrebbe restare»

«Posavec un capitale. Coronado potrebbe restare»

In attesa delle ultime sentenze relative ai casi Frosinone e Parma, il Palermo ha iniziato la programmazione in vista del prossimo campionato di serie B; i ritorni di Tedino in panchina e di Rino Foschi come ds sembrano essere vicini, e sarà un mercato all'insegna delle cessioni importanti per sanare il bilancio societario. Intervistato dal Corriere dello Sport, il patron dei rosa Maurizio Zamparini è intervenuto sulle manovre di mercato e sui due ritorni in seno allo staff tecnico:

 

«Foschi continua a lavorare a ritmi sostenutissimi assieme al fedele Corti che è poi l'autore di alcuni colpi clamorosi: Cavani, Hernandez, Kjaer. In questo, Foschi è fondamentale per la sua esperienza». 

 

LA GUMINA

«L'avessimo ceduto entro il 30 giugno avremmo avuto dei vantaggi nella chiusura del bilancio. Le società ne approfittano per tirare su il prezzo - prosegue il patron - , noi per fortuna siamo a posto. Sono contento per La Gumina e gli auguro tanto bene perché è un bravissimo ragazzo che pensa solo a giocare: è andato a Terni, ha fatto la riserva, è diventato titolare. Sempre in silenzio. Un esempio per gli altri. Lo Faso dovrebbe imparare da lui». 

 

TEDINO

«L'anno scorso ha dovuto adattarsi ad una squadra già costruita per il 3-5-2, con esterni di spinta come Rispoli e Aleesami. Ora, tornerà al 4-3-1-2 o 4-3-2-1 o 4-3-3 che è nelle sue corde. Non servono più difensori di spinta, ma due terzini veri». 

 

ORGANICO

«Jajalo va via, speriamo che possa rimanere Dawidowicz per il quale siamo tornati alla carica. Cerchiamo un regista e puntiamo anche su Murawski, Chochev, Gnahoré, Fiordilino, Szyminski, Ingegneri... Ovviamente se ne escono dieci, ne devono entrare altrettanti. Posavec è un capitale, mandarlo a giocare a Padova mi sembra una follia. Pomini a 39 anni può fare la chioccia e tenersi pronto all'occorrenza. Nestorovski? Sarà ceduto. Ha estimatori in Turchia e in Inghilterra. Abbiamo altre punte, Balogh e Moreo. Torna Embalo, rientra Lo Faso che, spero, diventi il nuovo Coronado. Abbiamo bisogno di altre due punte di qualità. Coronado? Ha delle opportunità in A - conclude Zamparini - però potremmo non cederlo. Cercheremo di allestire una squadra forte».