Novellino: "Dobbiamo lavorare sulla fase offensiva; Futuro? La partita contro il Chievo"

Le parole del tecnico rosanero, intervenuto in conferenza stampa il giorno della vigilia di Pasqua

L'allenatore del Palermo, Walter Novellino, è stato il protagonista della conferenza stampa della vigilia di Pasqua; il tecnico campano, nella sala stampa del "Tenente Onorato" di Boccadifalco ha risposto alle domande dei giornalisti presenti. Il punto sulla situazione dal suo arrivo in Sicilia: "Ho trovato una squadra ottima a livello di condizione; contro il Napoli abbiamo giocato discretamente, ad Empoli potevamo sfruttare meglio le ripartenze, è un aspetto su cui stiamo lavorando. Ho diversi giocatori impegnati con le Nazionali, quindi non ho potuto lavorare con tutti; li aspetto al rientro per parlarci, per valutarne condizione fisica e mentale. Con gli altri stiamo lavorando per imporre il nostro gioco. " Pochi gol, Palermo un po' lezioso: "Un allenatore in momenti come questi deve ricercare la semplicità, bisogna ottenere i tre punti. Abbiamo giocatori che sanno puntare l'uomo come Vazquez e altri che attaccano la profondità come Quaison e Trajkovski. Ci sono le qualità per poter lavorare bene; i messaggi fondamentali riguardano il non possesso e gli esterni che attacchino la profondità per poi crossare la palla. Non avendo Lazaar e tanti altri, è un po' complicato migliorare questi aspetti; ho trovato comunque un gruppo molto disponibile e sono certo che potremo migliorare anche nella fase d'attacco." Sui Nazionali: "Sono giovani interessanti, con tante qualità e in Nazionale possono crescere e dare qualche cosa in più. A loro basta poco per farli rendere così come la società si aspetta; è chiaro che qualcosa sotto l'aspetto dell'esperienza si paga." Aggancio del Carpi, il terzultimo posto può stimolare il gruppo: "Contro di noi l'Empoli non ha mai tirato in porta, però è ovvio che la vittoria del Carpi ha dato un'altra luce al pareggio contro i toscani, ridimensionandolo. Sotto l'aspetto psicologico cambia qualcosa, ma il campionato è ancora lungo. Carpi e Frosinone sono veramente forti a livello agonistico, ma sono convinto che con ordine e qualità possiamo riprendere i punti persi nelle ultime partite. A livello tattico concediamo poco agli avversari, adesso dobbiamo sviluppare meglio le manovre offensive. Sto lavorando per sviluppare una certa attenzione nei ragazzi. In questo momento il Palermo ha bisogno di serenità e cattiveria agonistica, i giocatori devono comunque essere consapevoli della nostra situazione." Sul Chievo: "Il Chievo è una squadra che non concede nulla, dobbiamo andare lì e mettere sul campo quello su cui stiamo lavorando in questi giorni. Partiremo tutti insieme giovedì" Un pensiero sulla scomparsa di Cruijff: "Ho un ricordo bellissimo di Cruijff, si è dimostrato una persona straordinaria ed eccezionale; mi è molto dispiaciuto, faccio alla famiglia le mie più sentite condoglianze" Chiosa finale dedicata ad un appello ai tifosi ed un pensiero al futuro: "Intanto faccio gli auguri di buona Pasqua ai tifosi; noi cercheremo già contro il Chievo di ottenere qualcosa di importante, ovviamente in casa sono loro che possono darci una marcia in più. Futuro? Non ci penso, per me conta esclusivamente il presente. Ho il compito di raggiungere un obiettivo importante, per me il futuro è il Chievo."