Gli occhi del Palermo su Giovanni Simeone. Ecco l'identikit del "Cholito"

Non è ancora alle dipendenze della società, ma è già all'opera per costruire il Palermo del futuro. Stiamo parlando di Manuel Gerolin, ex talent scout dell'Udinese, di recente rientrato dal Sud America per consegnare a Zamparini una lista di giovani talenti che possano raccogliere la pesante eredità di Dybala.

L'elenco da lui stilato comprende circa 40 nomi selezionati durante il suo viaggio oltreoceano in occasione del Sub-20 e del Sub-17 (i campionati sudamericani under 20 e under 17). Tra i potenziali top player da lui segnalati pare che uno abbia già destato l'interesse del club di viale del Fante: si tratta di Giovanni Simeone, figlio del più celebre Diego Simeone, attuale allenatore dell'Atletico Madrid.

L'attaccante classe '95 capocannoniere dell'ultimo Sub 20 (in occasione del quale ha messo a segno 9 reti in altrettante partite) cresce nelle giovanili del River Plate, dove si fa subito notare per l'abilità nei tiri e la rapidità. Al termine della stagione 2010/11, dopo aver segnato 26 gol in 22 partite, attira su di sé le mire di diversi club europei, ma il Presidente Passarella lo blinda con una clausola rescissoria pari a 16 milioni di dollari (circa 15 milioni di euro).

Nell'estate del 2013 Ramon Diaz lo vuole con sé in prima squadra, dove tuttavia fa fatica a trovare spazio a causa della giovane età. Dotato di una buona struttura fisica, ambidestro, ha un contratto in scadenza nel giugno del 2017, ma l'exploit dell'ultimo Sub-20 ha risvegliato l'attenzione di mezza Europa calcistica. A far concorrenza al Palermo, che pare abbia già mandato alcuni emissari in Argentina per osservarlo da vicino, figura soprattutto il Siviglia, col quale gli agenti di Simeone avrebbero già avviato dei contatti.

Se si intende agire è il caso di farlo in fretta, prima che intorno all'argentino si scateni un'asta millonaria, come il soprannome della squadra in cui attualmente gioca.

Sonia Melilli