«La fideiussione di Gasda può essere una dimostrazione che...»

«La fideiussione di Gasda può essere una dimostrazione che...»

 

 

Il Giornale di Sicilia pubblica questa mattina un nuovo stralcio delle intercettazioni delle telefonate tra il patron Zamparini e il suo ex braccio destro Angelo Baiguera.

 

«La linea dei valori del Palermo è data dai giocatori, dal valore di avviamento meno i debiti, nettamente superiore al valore che noi le diamo - diceva Zamparini a Baiguera - Mepal e Alyssa non sono niente altro che operazioni finanziarie permesse dalla legge italiana per ottimizzare il bilancio, stop, chiuso… Non c’entra niente nei bilanci la Mepal, ma solo perché gli ha confuso le idee quel cretino lì che non capisce un caz… di bilanci, hai capito...».

 

Alla segretaria del suo gruppo, Alessandra Bonometti, Zamparini diceva: «Ad un certo momento noi, nel bilancio prossimo, andiamo a comprare come Palermo Calcio Alyssa, Alyssa c’ha dentro solo la Mepal, no? Compra Alyssa per quaranta “M”, naturalmente… e siccome c’è un credito per Alyssa, dall’altra parte si compensano. Invece di avere un credito, avremo una compensazione di quaranta “M”».

 

Qualche dubbio era stato manifestato dal consulente di Zamparini, Sergio Anania, al quale il patron rispondeva tramite mail il 13 giugno 2017: «Caro Sergio, leggo che non conosci il problema o chi del tuo studio ha scritto il messaggio non lo conosce. L’operazione, dato che il valore di Mepal stava nella voci attive “Partecipazioni” del Palermo per 20 M, ha provocato una plusvalenza di 20 M, sistemando il bilancio. La fideiussione di Gasda, socio del Palermo, può essere una dimostrazione che l’operazione è garantita da società con patrimonio adeguato, essendo Alyssa senza patrimonio».