Comunicato della società: il Palermo farà ricorso contro il divieto di vendita dei biglietti per Palermo-Sampdoria

La decisione del Prefetto ha sconvolto il Presidente Zamparini. Il Palermo presenterà un ricorso al Tar

La decisione del prefetto di Palermo di vietare la vendita e l'acquisto dei biglietti per la partita Palermo-Sampdoria ha scosso tanto la tifoseria quanto il Presidente Maurizio Zamparini, che non sembra intenzionato ad accettare tale provvedimento. Il Palermo Calcio, tramite un comunicato ufficiale apparso sul sito della società, ha annunciato di voler presentare un ricorso al Tar: La Prefettura di Palermo ha notificato all’U.S. Città di Palermo un’ordinanza, in base alla quale viene decretato l’accesso allo stadio “Renzo Barbera”, in occasione della gara Palermo-Sampdoria (domenica 1 maggio, ore 15), ai soli possessori di Abbonamento, oltre che per i sostenitori della Sampdoria in possesso di Tessera del Tifoso/Fidelity Card. Fermo restando il rispetto e il sostegno nei confronti delle Autorità di Pubblica Sicurezza, che da sempre contraddistinguono l’operato della Società, in questa circostanza non condividiamo un provvedimento che penalizza, sotto tutti i punti di vista, il Club ma soprattutto i sostenitori palermitani, in un momento tanto delicato e decisivo del campionato, per il raggiungimento di un obiettivo di vitale importanza, comune a tutti coloro che amano la Città di Palermo. E’ nostra intenzione presentare ricorso d’urgenza al Tribunale Amministrativo Regionale e protestare con fermezza presso tutti gli organi competenti, affinché vengano tutelati i diritti di tutti coloro che intendono sostenere i colori rosanero, con la correttezza e la civiltà proprie dei palermitani.