Tutino si presenta: "Quando ho saputo del Palermo non ho perso tempo"

Tutino si presenta:  "Quando ho saputo del Palermo non ho perso tempo"

Intervenuto in conferenza stampa di presentazione, queste sono state le parole di Gennaro Tutino:

 

"Partendo dall'esordio, penso di essere stato sfortunato perché quando sono entrato la squadra stava spingendo e ho potuto dare là il mio contributo con quel liscio. Sono felice di esordire con una vittoria, contro una squadra importante come il Bari e in un campo difficile per le condizioni atmosferiche".

 

L'ARRIVO A PALERMO

"Quando ho saputo di potere venire qui non ho esitato un secondo. Al mio procuratore ho detto di fare il prima possibile, perché rispetto alle altre offerte era la migliore".

 

BRUNORI

"Matteo è il nostro capitano, il nostro bomber, il nostro attaccante. È un esempio da seguire per la voglia che ci mette in ogni contrasto. Ha le qualità del leader".

 

PARMA

"A Parma stavo effettivamente giocando spesso, ma la mia era più una parentesi tattica. Volevo giocare nel mio ruolo, che è quello della seconda punta, e quando mi ha chiamato il direttore Rinaudo ho pensato subito che potesse essere la scelta migliore".

 

OBIETTIVO

"È una classifica molto corta, anche per questo fare delle valutazioni è molto difficile. Siamo a un punto dai playoff, ma anche i play-out sono solo a 5 punti. Vogliamo consolidare questa posizione di classifica, allontanare le zone basse, mettere in sicurezza la categoria e poi vediamo".

 

OBIETTIVI PERSONALI

"Il mio obiettivo è quello di fare il meglio possibile. Voglio farmi apprezzare per restare qua anche l'anno prossimo. Sento la fiducia del mister, ma anche il direttore Rinaudo. Sono consapevole di avere una responsabilità importante in una squadra con 122 anni di storia con la migliore società nel mondo del calcio. Proverò a mettercela tutta e magari riuscissi a fare quello che abbiamo fatto a Salerno".

 

LA PIAZZA DI PALERMO

"Mi piace questo calore, questo grande entusiasmo che c'è qui. Non ero mai stato in città, mi sono sentito come a casa, perché c'è tanta somiglianza qui con Napoli e questo voglio ricambiarlo innanzitutto sul campo. Vi posso dire soltanto che sono tre giorni che vado a mangiare e non ho pagato. Voglio ripagare con le prestazioni in campo".

 

VAZQUEZ

"Con Vazquez ho condiviso lo spogliatoio in questo ultimo anno e mezzo e mi ha parlato di Palermo con gli occhi innamorati, mi ha sempre parlato del club con emozione e mi ha dato diversi consigli sulla città".

 

DOVE POTERE MIGLIORARE

"Penso di avere ancora margini di miglioramento, soprattutto nell'aspetto della continuità e degli allenamenti. È quello su cui sto lavorando, è normale che voglio dare una mano alla squadra con i gol e con gli assist. È vero, c'è Matteo che segna tanto, ma avere altri due-tre elementi della squadra non fa altro che dare un contributo alla squadra".

 

POSIZIONE OTTIMALE

"Voglio ricambiare in campo con le mie qualità, che sia a fianco di una punta o no, non fa differenza. So che posso dare tanto in questa categoria".