Stadio, maglie e azionariato: parla Mirri

Stadio, maglie e azionariato: parla Mirri

Giornata di presentazioni oggi per il Palermo, che si è recato a Palazzo delle Aquile dinanzi al sindaco Leoluca Orlando e al Consiglio Comunale. Al termine della presentazione il presidente Dario Mirri è intervenuto su alcuni temi come lo stadio, l'azionariato popolare e il museo rosanero:

 

 «Lo stadio e il centro sportivo sono nei nostri desideri. Rendering stadio? È uno di quelli che ci è stato proposto. Ma anche quando abbiamo presentato domanda a luglio un altro architetto si era proposto».

 

AZIONARIATO POPOLARE

«È un progetto che abbiamo proposto. Abbiamo avviato questa iniziativa. Due proposte di centinaia di tifosi che stanno partecipando per il sogno del centro sportivo. Se siamo bravi, fortunati e capaci ci vuole il tempo che ci vuole. I risultati sportivi non si comprano. Gli obiettivi si guadagnano. Maglia? Entro dicembre ci dovrebbero essere novità».

 

MUSEO 

«Giovanni Tarantino si sta occupando di raccogliere tutte le testimonianze dei tifosi. Il mio sogno è quello di aprirlo entro il 2020. Dipendenti vecchio Palermo? Abbiamo assunto 5 dei vecchi dipendenti, speriamo di raggiungere un fatturato significativo. Tutti e 27 dipendenti della vecchia società meritano il lavoro. Sicuramente i diritti verranno rispettati nei limiti delle capacità della società».