Trapattoni: "Gilardino sarà l'uomo decisivo contro il Bologna. Iachini è il tecnico giusto per il Palermo"

Giovanni Trapattoni ha parlato della partita di domenica Palermo-Bologna e della situazione sulla panchina rosanero

Qualche mese fa si era parlato di un'idea suggestiva proposta dal patron del Palermo Maurizio Zamparini a Giovanni Trapattoni, ovvero di creare una collaborazione tra il numero 1 del club di Viale del Fante e l'ex C.T. della Nazionale italiana, opzione fino ad ora lasciata in sospeso. Mister Trapattoni, ai microfoni di "Palermo24", ha analizzato il match di domenica delle 12:30 tra Palermo e Bologna, che sarà anche una sfida tra bomber. I rossoblu conteranno su Mattia Destro che sembra aver recuperato la forma segnando con continuità ed è in cerca di una maglia per Euro 2016, mentre Alberto Gilardino non riesce a segnare con la stessa consequenzialità a cui ci ha abituati durante la sua carriera: "Per quanto riguarda Gila - ha detto Trapattoni- io ho allenato attaccanti come Vieri ed Inzaghi non più giovanissimi, e penso che chi nasce col fiuto del gol, lo conserva anche ad una certa età. Io continuerei a puntare su di lui. Per quanto concerne Destro, invece, penso che a Conte un giocatore così può fare molto comodo: giovane, duttile tatticamente e di grande personalità. Credo che il C.T. lo tenga già in considerazione tra i possibili attaccanti per l'Europeo. Penso che il match di domenica possa essere deciso da Gilardino". L'ex allenatore della Nazionale irlandese ha parlato della situazione sulla panchina dei rosanero: "Sicuramente, i giocatori del Palermo hanno avuto un calo fisico e mentale. Iachini era ben voluto dai suoi ragazzi, e sono convinto che sia l'uomo giusto per questo Palermo".

Luca Matracia