Pigliacelli - Palermo: dietrofront, nulla è ancora deciso. Il portiere vuole far parlare il campo

Pigliacelli - Palermo: dietrofront, nulla è ancora deciso. Il portiere vuole far parlare il campo

Non è ancora stata scritta l'ultima parola sul futuro di Mirko Pigliacelli. Il dialogo tra la società Palermo e l'entourage del portiere è infatti continuo e non si intravedono all'orizzonte possibilità che il numero 22 venga perfino messo fuori lista qualora si opponesse a una cessione. Se separazione tra le parti dovrà essere, avverrà infatti nel rispetto delle parti, come merita un professionista che per due anni è stato il titolare della squadra.

Si è anche parlato di un incontro 'paventato' tra la società e il procuratore del portiere - Danilo Caravello - ma che poi questo incontro non sarebbe mai avvenuto. In realtà, le parti sono in continuo dialogo e non si registra attrito. Ricordiamo infatti che Caravello ha già gestito lo scorso anno la situazione legata a Massolo, che ha fatto un anno da secondo in B, ed è andato via senza mugugni e nel massimo rispetto del suo ruolo.

C'è soprattutto un importante appunto da fare sulla situazione Pigliacelli. Il portiere rosanero intende nuovamente lasciare parlare il campo e non le voci che lo circondano. Un nuovo allenatore siede ora infatti sulla panchina del Palermo e dovrà essere per l'appunto mister Alessio Dionisi a stabilire chi sarà il titolare, chi tra Desplanches e Pigliacelli difenderà i pali della porta rosanero. Nella testa di Pigliacelli c'è infatti la volontà di fare valere la sua leadership e, tutt'al più, se non sarà possibile si deciderà allora una soluzione per l'addio.

Possibile quindi che oltre all'incontro tra le parti, ripetiamo fitto e continuo, il portiere rosanero parta comunque per la sede del ritiro rosanero a Livigno per giocarsi le sue possibilità. Nulla ancora può dirsi già deciso.