Palermo e il Barbera: lasciate ogni speranza o voi che riuscite a entrare

Palermo e il Barbera: lasciate ogni speranza o voi che riuscite a entrare

Il Palermo, ieri sera, ha trionfato alla grande al Barbera: davanti a più di 23.000 spettatori festanti. I suddetti 23.000, però, prima di diventare festanti ne hanno dovute passare tante, ed è una cosa che succede da troppo tempo.

La condizione dello stadio Barbera, infatti, non migliora, anzi. Il Palermo Calcio, dal canto suo, sta facendo il possibile, si sta anche accollando lavori che non sarebbero di sua competenza, sperando di ottenere uno scomputo dal canone dovuto al Comune per l'uso annuale della struttura. Il Comune, già a dicembre, avrebbe dovuto sostituire il tornelli dello stadio, con dei fondi già stanziati. Siamo a febbraio, tutto dovrebbe cambiare a breve, ma non è comunque accettabile.

La situazione è davvero grottesca. Il sistema dei tornelli è ormai talmente obsoleto da bloccarsi quasi ad ogni match, facendo creare code pericolose e resse asfissianti. Deve per forza accadere qualcosa di grave affinchè chi di dovere intervenga? La soluzione dovrebbe essere vicina, questione di settimane, ma non si doveva assolutamente arrivare a questo. 

Ci sarebbe, inoltre, da soffermarsi sulla condizione dei bagni, che bagni non sono, o su alcune scalinate dell'impianto che sembrano più un livello di un videogioco d'avventura che altro. Anche qui, è solo questione di fortuna che non sia ancora successo niente di grave.

Insomma, è davvero triste constatare come da un lato ci sia una società ambiziosa al massimo, che sta remando fortissimamente per portare il Palermo in una dimensione più alta, europea e mondiale, e dall'altro c'è un'amministrazione che resta praticamente sempre immobile, non andando alla stessa velocità delle ambizioni rosanero, anzi sembra quasi che spinga nella direzione opposta. Ed è un peccato capitale.