Diritto di riscatto

Diritto di riscatto

 

Appunti sparsi.

Stamattina avrei voluto svegliarmi nei panni di mister Stellone, o di capitan Nestorovski, o di Brignoli, o di uno qualunque dei giocatori del Palermo che stasera, non appena le luci del Barbera saranno accese, scenderanno in campo per sfidare l'Hellas Verona.

 

Perché tra poche ore questi ragazzi avranno una rara, bella, imperdibile occasione di riscatto. Dimenticare e far dimenticare il k.o. d'Abruzzo, che brucia un po' di più alla luce dei risultati di ieri; tornare a correre verso l'obiettivo, prendendo per mano le speranze della piazza depressa; trasformare le urla di "papà" Foschi in risultati, adesso che contano solo quelli. Insomma, in una parola: vincere.

 

Vincere contro l'Hellas, contro l'ex Fabio Grosso, contro una direttissima concorrente alla promozione diretta. Vincere contro la sfortuna, che dal giro di boa ha deciso di avvolgere i rosa dentro braccia strette come le pinze di una tenaglia; vincere contro l'oblio societario, contro le tabelle stilate frettolosamente dal mister, contro le assenze, che sono di meno ma si fanno ancora sentire.

 

Soprattutto il Palermo deve vincere contro se stesso: mettere alle corde l'insicurezza, la paura di non farcela, la convinzione di non essere all'altezza, e sferrare il pugno del knock-out prima che sia tardi.

 

Vincere contro gli spalti vuoti, quelli che forse si riempiranno solo quando l'obiettivo sarà più vicino, perché è ancora presto per salire sul carro: anche stasera, in quello che potrebbe essere il match crocevia per il finale di stagione, è alta la probabilità di vedere meno di 10 mila spettatori al Renzo Barbera. E gli altri? In poltrona, magari impegnati a discutere sull'enorme bacino d'utenza rosanero, che dovrebbe bastare quello a convincere anche il più scettico dei potenziali acquirenti. Sì, come no.

 

Ma conta solo il rettangolo verde e tutto ciò che in esso accadrà nei 90 minuti più importanti della stagione. Le parole d'ordine? Le hanno suggerite i tifosi: Determinazione, Impegno, Voglia, Cuore, Coraggio, Volontà, Rabbia. Ingredienti di una ricetta infallibile.

 

IMMAGINE SIAMO SU INSTAGRAM


ALTRI ARTICOLI

 

YORK CAPITAL, FERRERO E LA A. TU, PALERMO, CONQUISTA GIULIETTA

 

RICOSTRUIRE LA FORTEZZA PALERMO

 

FOTO/ «CUORE, IMPEGNO, VOGLIA...». STRISCIONI AL TENENTE ONORATO