Del Neri: «Zamparini? La Sicilia non è più un feudo juventino»

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia di Udinese-Palermo.

Del Neri: «Zamparini? La Sicilia non è più un feudo juventino»

Gigi Del Neri è stato il protagonista della conferenza stampa odierna in casa Udinese.

 

Alla vigilia del match contro il Palermo, il tecnico bianconero ha parlato delle motivazioni dei suoi ragazzi: «Dobbiamo giocare per vincere. Servirà fiducia per disputare queste ultime dieci partite su un livello alto per far esprimere al meglio i calciatori. Bisogna lavorare bene e con grande attenzione».

 

Il Palermo è una squadra che fatica, ma per i rosanero ogni partita adesso è una finale: «Qui a Udine il Palermo si giocherà un fetta di campionato. Per questo motivo, ci troveremo di fronte una squadra molto aggressiva. Per loro sarà un'ultima spiaggia, ma è una squadra in crescita e deve incutere rispetto. Giochiamo contro una squadra che ha valori assoluti importanti e che ha tante energie da mettere in campo. Il Palermo ha tanti calciatori di livello».

 

Una valutazione anche sull'ex presidente del Palermo, Maurizio Zamparini: «È una persona particolare, ma appassionata. Ha sempre fatto calcio perché gli piaceva e ha lasciato un segno negli ultimi 25-30 anni di calcio. È partito cercando di risollevare le sorti del Palermo e ci è riuscito, perché tanti anni di Serie A sono arrivati anche grazie a lui. Adesso la gente ama Palermo, la Sicilia non è più un feudo del tifo juventino. E' cambiato il tifo in Sicilia grazie a lui».